Questo non è soltanto il mio sito. E’ innanzitutto un luogo in cui condivido ricerche, progetti e interessi. Oltre alle informazioni sul mio CV e sui lavori che ho fatto in questi anni, troverete due blog.

Il primo specifico sul crossmedia e in generale su progetti “non lineari”, l’altro (other me) è invece una finestra sulla mia seconda attività, quella di insegnante di italiano L2/LS (lingua seconda o lingua straniera).

Nutro da sempre una passione per l’immagine in movimento, per l’arte e per le storie (da ascoltare e raccontare).

Oggi sono affascinata dall’approccio creativo che può essere applicato a tutti i processi partecipativi come strumento per esplorare e dare spazio alle esperienze degli utenti. Credo fermamente nella produzione di contenuti culturali e didattici attraverso l’uso trasversale e non convenzionale di formats differenti quali cinema, arte contemporanea, giochi, web, piattaforme on line ed esperienze live, in cui al pubblico è offerta la possibilità di passare da una condizione di intrattenimento passiva ad una più attiva, sia socialmente che emotivamente, e contribuire in questo modo ad una narrazione collettiva.

 

////////////////////////////////////  ENGLISH ////////////////////////////////////////////

This is not only my website. It’s first of all a place where I share researches, projects and interests. Beyond the infos about my CV and my works, you will find two blogs. The first one is about crossmedia and non linear projects in general, the second one (other me) is a window open wide to my second job as teacher of Italian as a foreign language. 

I am passionate about moving images, art and storytelling. I also have a very deep interest in conveying and filming reality, trying to unite imagination and my love for the documentary genre.

Today I’m fascinated by the huge and creative power of participatory processes as a way to explore and to make room for user experiences and innovative media. I deeply believe in the possibility to better education and cultural content, as well as social inclusion by an unusual use of technology, focusing on non-codified formats which mix cinema,contemporary art, game and web, on line audience and a public who can continuously shift from virtual to reality, from a passive entertainment to a more social one.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: