“E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto”

La citazione è il titolo di un libro di John Berger, scrittore, giornalista, poeta e altro ancora, una delle figure di spicco della cultura europea contemporanea.

Ma quello che sicuramente riesce meglio a Berger è il raccontare storie, come in questo libro bellissimo in cui sotto varie forme unisce frammenti di vita, le piccole cose quotidiane e lo stupore del mondo, sotto la lente di un diario intimo che parla di “noi”.

E a Berger ho pensato immediatamente appena ho iniziato ad esplorare Cowbird, l’ultima opera per il web di Jonathan Harris, artista digitale che ha fatto già parlare di sé per altre opere, esposte al MoMA e al Centre Pompidou.

Ne parlo in quest’articolo su Ninja Marketing con cui ho iniziato di recente una collaborazione alla sezione Life per scrivere di cinema, cultura digitale e transmedia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: